ANDRÉ PREVIN

Andre Previn

André Previn

André Previn compie oggi 80 anni. Nato a Berlino il 6 aprile 1929, Andreas Ludwig Priwin emigrò con la famiglia negli U.S.A. nel 1939 e divenne cittadino statunitense nel 1943. Iniziò come pianista

Una foto giovanile di Previn (a dx), nel 1953, con Julie London e Bobby Troup

Una foto giovanile di Previn (a dx), nel 1953, con Julie London e Bobby Troup

e compositore di musiche per film. Sue molte colonne sonore (Irma La Dolce, Gigi, l’arrangiamento di My Fair Lady, l’arrangiamento e direzione della colonna sonora del film Jesus Christ Superstar….)

André Previn (a sin.) con Sammy Davis e Elmer Bernstein nel 1963 alla consegna degli Oscar

André Previn (a sin.) con Sammy Davis e Elmer Bernstein nel 1963 alla consegna degli Oscar

Passò alla direzione d’orchestra alla fine degli anni 60. Nel 1968 divenne direttore principale della London Symphony, incarico che mantenne fino al 1979.

Previn all'epoca dell'incarico con la LSO

Previn all'epoca dell'incarico con la LSO

Passò quindi alla Pittsburgh Symphony, alla Royal Philharmonic, alla Los Angeles Philharmonic. Attualmente è conductor laureate della London Symphony.

Previn nel 1988

Previn nel 1988

Tra le sue composizioni più famose l’opera A Streetcar Named Desire del 1997.

Ha avuto una vita sentimentale piuttosto intensa: cinque matrimoni (con Betty Bennet, Dorothy Langan, Mia Farrow, Heather Sneddon, Anne Sophie Mutter).

Previn con Mia Farrow e i loro figli gemelli nel 1971

Previn con Mia Farrow e i loro figli gemelli nel 1971

Dalla Mutter, sposata nel 2002, ha divorziato nel 2006.

Musicista completo, di grandissimo talento, ha dedicato forse la maggior parte della sua attività alla direzione d’orchestra, dove ha raggiunto esiti altissimi, che non sempre, a mio giudizio, gli sono stati pienamente riconosciuti. Probabilmente giungere dal mondo del cinema ed essere oggetto di cronache mondane a causa della sua vita privata non gli hanno giovato. Innumerevoli le incisioni, alcune di assoluto riferimento: tra queste citerei l’integrale delle sinfonie di Rachmaninov, le integrali dei balletti di Ciaikovskij, le integrali di Romeo e Giulietta e Cenerentola di Prokofiev… La EMI lo festeggia con la pubblicazione (oggi) di un box di 10 CD con alcune sue magistrali interpretazioni a capo della LSO.

Qualche inserto musicale

– Il primo risale agli anni 70. A capo della London Symphony in una registrazione in studio con Arthur Rubinstein al piano:

– Il secondo lo vede in veste di pianista e direttore nella Rapsodia in Blue e risale agli inizi degli anni 90

(l’ascolto può essere completato con la II parte)

Il terzo risale al 2007 ed è la prima parte del III movimento della Seconda di Rachmaninov, di cui fu sempre magnifico interprete

(l’ascolto può essere completato da chi ne ha desiderio, anzi può ascoltare tutta la sinfonia…)

– L’ultimo è di quest’anno: in veste di pianista con la ex moglie A.S. Mutter e Lynn Harrel nel secondo movimento dello stupendo Trio op.49 di Mendelssohn





Annunci

Tag: , , , , , , , , , , , , , ,

5 Risposte to “ANDRÉ PREVIN”

  1. Pietro Says:

    Roberto,tre curiosità : da Andreas Ludwing Priwin ad Andrè Previn;Nasce a Berlino ed emigra in America in uno “Strano periodo del secolo scorso;Da chi non sono stati pienamente riconosciuti i suoi meriti di Direttore?E infine una mia solita banalità: Nel video c’è un signore che con eleganza si alza ,sfoglia lo spartito al maestro(il quale lo consulta saltuariamente) e poi si siede ; I due musicisti hanno sempre la stessa pagina di spartito.E’ una prassi formale nei concerti?.Sempre con immutata stima

  2. Roberto Mastrosimone Says:

    -Il cambio di nome in chi prende la cittadinanza statunitense era (o è) possibile e molti lo facevano (o fanno). [ Lo fece anche un mio prozio…].
    – La famiglia Priwin emigrò per sfuggire alle persecuzioni antisemite del regime nazista. Il cambio di nome negli U.S.A. ovviamente non è collegato in nessun modo a ciò.
    – Come direttore mi è sempre parso un po’ sottovalutato, anche a livello generale. Ricordo che agli inizi degli anni 70 quando si parlava di lui qualcuno chiedeva (forse ironicamente?): “Chi? Il marito della Farrow?”. Probabilmente poi le cose si sono ridimensionate, anche perché la attività di direttore ha finito col prevalere sul resto, però secondo me una piccola “ipoteca” è sempre rimasta.
    – Immagino ti riferisca a colui che sfoglia la pagina dello spartito al pianista. Sì, è prassi corrente nella musica da camera.
    Ciao
    Roberto

  3. Stefano Giorda Says:

    Mi rifaccio vivo dopo un po’ per testimoniare – qualora ce ne fosse bisogno – l’interesse tuttora vivo per il tuo almanacco musicale e l’apprezzamento per la qualità degli stimoli che propone. Non a caso scelgo questa pagina per farlo, dal momento che l’ho trovata particolarmente in sintonia con quello che è il mio pensiero su Previn, mio “eroe” degli anni ’70, quando mi fece conoscere – tra gli altri – Britten, Romeo e Giulietta, Jesus Christ Superstar, restando peraltro sconosciuto ai più.
    Ciao Roberto e continua a viziarci…

  4. Roberto Mastrosimone Says:

    Mille grazie, Stefano, per il commento e per l’interesse.
    Se puoi, fatti vivo un po’ più spesso 😉
    Ciao
    Roberto

  5. Addio André Previn | Wanderer's Blog Says:

    […] https://musicofilia.wordpress.com/2009/04/06/andre-previn/ […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: