Concerti di Capodanno 2011 da Berlino a Baden-Baden, da Venezia a Vienna ….

Con la televisione sono riuscito a fare un tour musicale in Europa attraverso alcuni Concerti di Capodanno.

Iniziando da Berlino: forse il più bello. A rigore un Silvesterkonzert, trasmesso in diretta tv dalla ARD. Con i Berliner Philharmoniker quest’anno due autentiche star del mondo musicale: una in costante, continua e perenne ascesa, Gustavo Dudamel, l’altra ormai affermata e consolidata, Elīna Garanča. Un programma che dallla Francia (con Berlioz) attraverso Bizet della Carmen giungeva alla Spagna di de Falla e della Zarzuela.

Elīna Garanča al Silvesterkonzert di Berlino

Berliner strepitosi come sempre, galvanizzati da un Dudamel sempre pieno di vita, la Garanča di una bellezza fisica e vocale tali da suscitare lodi al Creatore per tanta meraviglia. Il modo musicale migliore per augurarsi un felice anno nuovo!

La Garanča e Dudamel al Silvesterkonzert di Berlino.

Un Silvesterkonzert anche l’Operngala di Baden-Baden, diffuso però in differita la domenica mattina. Dedicato all’opera italiana quest’anno, con Anja Harteros come protagonista vocale. Asher Fisch dirigeva l’Orchestra della SWR di Baden-Baden e Freiburg. La Harteros ha bellissima voce ed è grande interprete. Forse i brani scelti, bellissimi, non erano proprio tra i più beneauguranti. Insomma tra Forza del Destino, Poveri Fiori, Intermezzo della Manon Lescaut, aria dalla Wally si salvava giusto la Danza delle Ore (che comunque, ricordiamolo, prelude a un tentato delitto…): i superstiziosi avranno avuto il loro da fare a reperire amuleti, naturali e non :-).

Anja Harteros a Baden-Baden

Il Concerto dalla Fenice quest’anno ha avuto una caratterizzazione patriottica, iniziando con Fratelli d’Italia e terminando col Va’ pensiero (così nessuno polemizza…). A dirigere Daniel Harding, che avrei abbracciato per le parole augurali pronunciate, a cantare Desirée Rancatore, Antonio Poli e Luca Pisaroni, oltre il Coro della Fenice. Gli italiani non amano molto questo loro prodotto, che sembra il figlio naturale dell’Operngala di Baden-Baden e del Concerto viennese, avendo preso dal primo la struttura del programma, del secondo l’inserto delle coreografie. A farne un figlio indesiderato è in realtà l’aver spodestato la diretta tv (per la verità, dimezzata e mutilata) del Neujahrskonzert. A mio avviso non è stata un’idea intelligente: si sarebbe potuto collocare in altro orario (ad esempio nella sera di S.Silvestro) ed evitare così malumori e polemiche ridicole.

Luca Pisaroni, Antonio Poli, Desirée Rancatore e Daniel Harding augurano Buon 2011 al termine del Concerto dalla Fenice

Concludo con Vienna. Ne ho già scritto in altro articolo: confermo quanto già espresso. Un bel concerto che ha consacrato Franz Welser-Möst nel suo incarico viennese prestigiosissimo. Interpretazioni che forse si apprezzano di più a un secondo o terzo ascolto, in quanto la raffinatezza e l’eleganza che le caratterizzano potrebbero sfuggire a un primo. Certo un po’ di pepe e di brio in più non ci sarebbero comunque stati male…. In ogni caso Prosit Neujahr! 😉

Franz Welser-Möst al Neujarskonzert 2011

Tag: , , , , , , , , , , ,

2 Risposte to “Concerti di Capodanno 2011 da Berlino a Baden-Baden, da Venezia a Vienna ….”

  1. Massimo Scapin Says:

    Errata corrige:
    Antonio Poli, non Antonio Florio.

  2. Roberto Mastrosimone Says:

    Grazie della correzione. Modificherò l’articolo.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: