Sylvia Sass

Era il 1977: il Teatro Regio di Torino, ricostruito da poco, metteva in scena il Macbeth di Verdi in una pregevolissima edizione che vedeva il debutto italiano di una ventiseienne cantante ungherese che aveva già fatto parlare di sé: Sylvia Sass. Sebbene il cast annoverasse altre star della lirica l’attenzione era soprattutto concentrata, e non a torto,  su di lei. La Rai, che allora al contrario di oggi volava alto, riprese e trasmise (in prima serata!) l’evento, permettendoci ancora oggi qualche testimonianza.

Oltre alla voce colpiva l’avvenenza e la bellezza di questa giovane cantante.

Sylvia Sass

Nata a Budapest il 12 luglio 1951, aveva compiuto gli studi musicali nella sua città natale e a 20 anni ivi aveva debuttato nel ruolo di Frasquita nella Carmen di Bizet. Nel 1974 si aggiudicò il secondo premio (il primo non venne assegnato) al Concorso Internazionale Ciaikovskij di Mosca e nell’anno successivo iniziò il decollo internazionale cantando alla Scottish Opera (Otello di Verdi) e nel 1976 al Covent Garden (Lombardi alla prima crociata, La Traviata).

Sylvia Sass

Nel 1977, oltre al Macbeth di Torino, la Tosca al Metropolitan di New York

Sylvia Sass nella Tosca

nonché l’incisione della Medea di Cherubini, diretta da Gardelli. L’anno successivo il debutto alla Scala con Manon Lescaut, diretta da Prêtre, che fu trasmessa in eurovisione.

Nello stesso anno un’incisione di prestigio: il Don Giovanni di Mozart diretto da Solti, che la scelse anche successivamente per il ruolo di Judith nel Castello del Duca Barbablù di Bartók.

Sylvia Sass nel ruolo di Judith

Le incisioni più conosciute sono quelle dei ruoli verdiani per la Philips e per la Hungaroton. La Sass estese il suo repertorio notevolmente e forse questo non giovò molto alla sua voce.

La Sass nel ruolo di Isolde

Del 1983 è questo Tabarro alla Scala:

Dopo il ritiro dalle scene svolge un’intensa attività didattica. Oggi compie 60 anni a Lei rivolgo un caloroso augurio.

Sylvia Sass a Budapest lo scorso anno

Vorrei concludere segnalando questo bel ritratto-intervista:

http://www.gbopera.it/archives/14943

Pubblicità

Tag: , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: