IL TROVATORE al Teatro Superga di Nichelino

Figurine Liebig con scene de Il Trovatore di Verdi

Titolo popolarissimo, di quelli che ogni melomane ama follemente, trascinante, appassionante, pieno di tensione, ma anche ricco di momenti lirici Il Trovatore, seconda opera di quella trilogia popolare che da sola basterebbe a rendere immortale il suo Autore, è anche un notevole banco di prova per i cantanti che sono chiamati a interpretarlo. Se il tenore è il protagonista nominale, pari importanza hanno tutti gli altri personaggi, dal soprano al baritono al mezzosoprano al basso e vanno scelti con estrema cura. Anche il coro ha un ruolo non secondario. L’allestimento andato in scena al Teatro Superga per la Stagione d’opera in corso si è distinto per l’omogeneità del cast vocale in cui a pari merito si sono fatti onore tutti gli interpreti. Inizierei dal tenore: Giorgio Casciarri. 

Giorgio Casciarri

Il tenore fiorentino ha la voce ideale per impersonar Manrico: chiara, squillante, ma al contempo capace di inflessioni elegiache per i momenti in cui è richiesta dolcezza e non muscolarità. Ovviamente non è mancato il do di petto di tradizione.

Fernanda Costa, che il pubblico di Nichelino conosce già, ha confermato la sua sensibilità di interprete nel ruolo di Leonora.

Fernanda Costa

Marzio Giossi, che la scorsa stagione ha cantato Nabucco e che fu Rigoletto nel 2008, è stato un ottimo Conte di Luna. Più umano che veemente e aggressivo ha trovato nella celebre romanza “Il balen del suo sorriso..” il momento più alto. Come sempre ottima linea di canto.

Marzio Giossi

Aurora Di Stefano è stata una convincente Azucena e Paulo Cantor un efficace Ferrando. La cura nello scegliere gli interpreti anche nei comprimari: Ines era Simona Ferrari, di bella voce e bellissima presenza.

Simona Ferrari

Il coro ha, come scrivevo prima, un ruolo importante e il Coro Lirico del Piemonte, diretto dall’ottima Sonia Franzese si è fatto onore.

Sonia Franzese

L’Orchestra Filarmonica del Piemonte diretta da Aldo Salvagno ha come sempre dato ottima prova di sé. Last but not least il regista Sandro Santillo, che ha curato molto bene uno spettacolo tradizionale, funzionale al palcoscenico e alla sala: la prassi di portare i cantanti verso il proscenio è stata confermata anche in questo spettacolo con beneficio per le voci che sono giunte al pubblico senza essere sovrastate dall’orchestra.

Applausi calorosi, anche se, a mio avviso, alcuni interpreti avrebbero meritato qualche ovazione in più.

Annunci

Tag: , , , , , , , ,

2 Risposte to “IL TROVATORE al Teatro Superga di Nichelino”

  1. Giovanna Says:

    Recensione interessante. Peccato che quella sera a Nichelino il ruolo del Conte di Luna sia stato ricoperto da Maurizio Leoni e non da Marzio Giossi!! Distinti saluti Giovanna Bonazzi

  2. Roberto Mastrosimone Says:

    Come mai non è stato dato nessun avviso, neanche verbale, agli spettatori in sala? Lei come mai è informata?
    Nel sito di Marzio Giossi l’opera risulta ancora tra gli impegni del 2012, senza alcuna correzione http://www.marziogiossi.com/impegni.htm.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: