Anja Silja

Anja Silja

Quando ero giovanissimo se avessi voluto pensare a una cantante lirica che alle doti vocali unisse la bellezza della persona avrei forse pensato ad Anja Silja. Bella fuor di dubbio al punto da far perdere la testa a Wieland Wagner, con cui la Silja ebbe una relazione dal 1960 al 1966 (anno della morte di lui),

Anja Silja con Wieland Wagner

ad André Cluytens, che ne rimase letteralmente folgorato, e con cui la Silja ebbe una breve ma intensa relazione dal 1966 al 1967 (anno della morte di Cluytens).

André Cluytens con Anja Silja

Il rapporto più duraturo fu con Christoph von Dohnányi, che sposò e da cui ebbe tre figli; divorziarono nel 1990. Se la vita sentimentale è stata così intensa, non da meno è stata quella artistica, che è in corso ancora oggi. Anja Sillja Regina Langwagen (in arte solo Anja Silja) nasce a Berlino il 17 aprile 1940 e debutta a soli 16 anni come Rosina ne Il Barbiere di Siviglia di Rossini, a cui seguì il ruolo di Micaela nella Carmen e quello estremamente impegnativo di Zerbinetta nell Ariadne auf  Naxos.

Una foto giovanile di Anja Silja

Quindi a 19 anni alla Staatsoper di Vienna come Regina della Notte, quindi altri ruoli tra cui Fiordiligi in Così fan tutte. A 20 anni approda a Bayreuth nel ruolo di Senta nel Der fliegende Holländer. Qui il coup de foudre e la relazione con Wieland Wagner. Cantò la maggior parte dei ruoli wagneriani a Bayreuth e fuori Bayreuth anche ruoli straussiani, tra cui si distinse la Salome che fu uno dei ruoli da lei più frequentati.

La Silja nel 1962

Estese molto il suo repertorio comprendendovi anche ruoli come Lady Macbeth, Violetta, Turandot (sia Liù che Turandot), Fidelio, Medea, Carmen… L’elenco rischia di essere lunghissimo e incompleto.

La Silja nel Fidelio al suo debutto al Met nel 1972

Una carriera lunga in cui non si può non ricordare la sua Madame de Croissy nei Dialogues des Carmélites di Poulenc alla Scala con Riccardo Muti nel 2004.

Un altro ruolo da lei affrontato spesso è quello della Kostenicka in Jenufa di Janacek.

Negli ultimi anni è spesso la Contessa nella Pikovaja Dama di Ciaikovskij, in questo ruolo la ho ancora vista al Regio di Torino nel maggio 2009. Eccola in questo ruolo a Vienna nello stesso anno:

Oggi Anja Silja festeggia il suo 72° compleanno. A lei gli auguri più calorosi e l’ammirazione incondizionata di sempre.

Annunci

Tag: , , , , , , , ,

3 Risposte to “Anja Silja”

  1. amfortas Says:

    Hai fatto bene a ricordarla, Roberto: grandissima artista.
    Ciao!

  2. Roberto Mastrosimone Says:

    Se non sbaglio la Silja cantò a Trieste la Salome nel febbraio 1970, quando era nel pieno fulgore dei suoi mezzi vocali e della sua bellezza.
    Ciao!

  3. Giuseppe Sottotetti Says:

    Se non sbaglio la Silja cominciò già alla fine degli anni 50 a Bayreuth come fanciulla fiore. E’ interessante che a BT non abbia mai cantato il ruolo di Brunnhilde che invece è mirabilmente fotografato in un video fatto durante una tournée giapponese del Festspielhaus. Aggiungerei poi che nel repertorio di Janacek è imperdibile la sua Emilia Marty filmata a Glyndebourne – da tempesta ormonale!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: