“L’amore delle tre melarance” di Prokof’ev (Catania,1968) su Rai 5

Una edizione dell’opera di Sergei Prokof’ev datata 1968 sarà trasmessa domani 6 maggio 2012 da Rai 5. L’interesse principale, a mio parere, è la presenza sul podio di Efrem Kurtz. Nato a Pietroburgo il 1900 visse per quasi tutto il secolo scorso morendo a 95 anni di età. Fu allievo di Glazunov, lasciò la Russia dopo la Rivoluzione e dopo aver diretto in Germania, Polonia e i balletti di Montecarlo approdò negli USA nel 1943 divenendone cittadino. Specialista soprattutto del repertorio russo, furono famosi alla fine degli anni 50 tre LP con tre amplissime suite dai balletti di Ciaikovskij (allora ancora le integrali dei balletti erano poco diffuse) realizzate con la Philharmonia di Londra e con nientemeno Yehudi Menuhin solista nei brani del Lago dei Cigni e della Bella Addormentata. Diresse spesso in Italia, anche le orchestre della Rai: ricordo un concerto registrato per la tv a Torino senza pubblico con la Suite “I commedianti” di Kabalevsky e “Romeo e Giulietta” di Ciaikovskij che mi farebbe piacere rivedere, sempre che il video esista ancora, o riascoltare in audio (era spesso trasmesso dalla Radio). Dirigeva senza bacchetta.

Efrem Kurtz

Advertisements

Tag: , , , , , , , , , ,

2 Risposte to ““L’amore delle tre melarance” di Prokof’ev (Catania,1968) su Rai 5”

  1. Alberto Says:

    Il concerto registrato senza pubblico (lo traggo dal libro ERI sui prmi 50 anni dell’orchestra RAI) era del 14/9/62 e comprendeva anche il concerto per flauto ed arpa di Mozart (con Elaine Shaffer-moglie di Kurtz- e Nicanor Zabaleta).
    Io vidi Kurtz soltanto attorno al ’69-’70 con l’Orchestra del Regio: Mahler Kindertotenlieder (solista Kerstin Meyer) e Ciaicovskj Quinta Sinfonia.
    Ricordo in quegli anni lontani risollevare, in sede sinfonica, la allora piuttosto modesta Orchestra del Regio anche tre direttori italiani, oggi relativamente dimenticati, che mi parvero di notevole statura: Antonio Pedrotti, Massimo Freccia e Francesco Mander.

  2. Roberto Mastrosimone Says:

    Ti ringrazio moltissimo della informazione. In tv mi pare che passò agli inizi del 1963: ci fu una lunga serie di concerti tardopomeridiani al mercoledì ripresi a Torino senza pubblico (tra questi indimenticabile, almeno per me a distanza di 49 anni, oltre a questo con Kurtz, anche una splendida Seconda di Ciaikovskij con Desarzens e una inarrivabile Shéhérazade di Rimsky con William Steinberg). Chissà se esistono ancora i nastri? La Rai potrebbe in tal caso trasmetterli su Rai 5, credo che ne varrebbe davvero la pena, poi per me sarebbe un salto indietro di circa mezzo secolo… sarebbe emozionante.
    Anch’io ricordo quei concerti del Regio della fine anni 60: in particolare Massimo Freccia, secondo me grandissimo maestro, tale da trasformare qualunque compagine. Ho ancora in mente un concerto del 1968 con la Sinfonia Fantastica di Berlioz e la Quarta di Ciaikovskij (abbinamento quanto mai pertinente!) davvero straordinario.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: