LUISA MILLER di Verdi al Teatro Superga di Nichelino

Partition Luisa Miller.jpg

Copertina della versione per canto e piano del 1849

Il Teatro Superga inizia il 2013 con un titolo verdiano: Luisa Miller. L’opera fu rappresentata per la prima volta l’8 dicembre 1849 e non ha mai goduto di grande popolarità. È, a mio giudizio, sottostimata come le altre opere (Il Corsaro, Stiffelio) che precedono di poco la grande Trilogia e liquidata come  “momento di trapasso” dal periodo giovanile alla piena maturità artistica. Poche le rappresentazioni, scarsa la discografia (la prima incisione integrale risale alla metà degli anni 60 del Novecento). La proposta del Teatro Superga è quindi molto interessante e quanto mai opportuna e dimostra una volta di più il suo impegno a favore della cultura. Un buon allestimento con un cast di cantanti già conosciuti e amati dal pubblico del Teatro. Fernanda Costa, che la scorsa stagione fu applaudita Leonora ne Il trovatore e splendida Lucia nell’opera di Donizetti, è stata una sensibile e commovente Luisa.

Fernanda Costa

Fernanda Costa

Al suo fianco, come Rodolfo, come nelle opere citate della scorsa stagione Giorgio Casciarri, che ha confermato le sue notevoli doti vocali.

Giorgio Casciarri

Giorgio Casciarri

Miller era Marzio Giossi. Il baritono bergamasco è una vecchia conoscenza del Superga e i suoi Rigoletto, Michonnet e Nabucco sono indimenticabili. Anche stavolta ha confermato la sua perfetta dizione e la sua nobiltà di fraseggio: un Miller perfetto.

Marzio Giossi

Marzio Giossi

Stefano Rinaldi, che la scorsa stagione era stato Raimondo nella Lucia di Lammermoor, era il Conte di Walter e Carlo Tallone (il Sarastro del Flauto Magico inaugurale) era Wurm. La brava Juliana Chang completava il cast nel ruolo di Federica. Una grande lode al Coro Lirico del Piemonte diretto da Sonia Franzese, che in quest’opera ha un ruolo impegnativo. L’Orchestra Filarmonica del Piemonte si conferma ogni volta ottima compagine, soprattutto se a dirigere c’è Aldo Salvagno.

Aldo Salvagno

Aldo Salvagno

Fernanda Costa nel rispondere ai calorosi applausi ha rivolto meritatissime parole di encomio al Comune di Nichelino, al suo Assessore alla cultura e alla Direzione artistica del Teatro. Lodi ed encomi da condividere pienamente.

Tag: , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: