NABUCCO di Verdi in diretta dalla Scala su Rai 5

Scena dal I atto del Nabucco alla Scala di Milano ©Amisano

Scena dal I atto del Nabucco alla Scala di Milano ©Amisano

Con doveroso preavviso segnalo che mercoledì 13 febbraio alle 21:15 su Rai 5 andrà in onda in diretta/differita dal Teatro alla Scala Nabucco di Giuseppe Verdi.

Lyudmila Monastyrska nel Nabucco ©Amisano

Lyudmila Monastyrska nel Nabucco ©Amisano

L’allestimento ha la regia di Daniele Abbado, sul podio Nicola Luisotti. Nei ruoli principali: Leo Nucci, Vitalij Kowaljov, Aleksandrs Antonenko, Lyudmila Monastirska, Veronica Simeoni.

Leo Nucci e Veronica Simeoni ©Amisano

Leo Nucci e Veronica Simeoni ©Amisano

Ecco la locandina dello spettacolo:

http://www.teatroallascala.org/it/stagione/opera-balletto/2012-2013/Nabucco.html

Lyudmila Monastirska e Aleksandrs Antonenko ©Amisano

Lyudmila Monastirska e Aleksandrs Antonenko ©Amisano

Una recensione dello spettacolo:

http://www.operaclick.com/recensioni/teatrale/milano-teatro-alla-scala-nabucco

Scena finale del Nabucco alla Scala ©Amisano

Scena finale del Nabucco alla Scala ©Amisano

Chi non è interessato al Festival di San Remo su Rai 1 e non ha altri impegni non se lo lasci sfuggire!

——–

Tutto sommato un buon Nabucco. Forse allestimento e regia possono lasciare un po’ perplessi, ma ormai dovremmo essere vaccinati contro queste letture che sembrano d’obbligo almeno nelle grandi istituzioni liriche. Va riconosciuto se non altro a Daniele Abbado di non aver stravolto la drammaturgia dell’opera: non è poco, di questi tempi! Alcune interviste prima dell’opera e durante l’intervallo illustravano le scelte fatte. Vorrei sottolineare la miglior qualità della trasmissione tv rispetto a quelle di un paio di anni fa. Siamo quasi ai livelli delle altre emittenti straniere. Per rendersene conto basta confrontare la qualità delle repliche di opere di qualche anno fa che sono trasmesse la domenica mattina con questa attuale. Hanno anche finalmente abbandonato quel tristissimo 4:3 letterbox a favore di un 16:9 autentico, poi le immagini sono più definite e i colori più saturi. Insomma i progressi vanno riconosciuti e apprezzati.

Annunci

Tag: , , , , , , ,

6 Risposte to “NABUCCO di Verdi in diretta dalla Scala su Rai 5”

  1. PF Says:

    Presumo che su Rai HD trasmetteranno il Festival…

  2. Roberto Mastrosimone Says:

    …of course..

  3. Nadia Says:

    STO VEDENDO NABUCCO CON UNA SCENOGRAFIA ORRIBILE CHE FAREBBE ARRABBIARE ANCHE GIUSEPPE VERDI.
    MA COSA GLI E’ VENUTA IN MENTE AL TEATRO ALLA SCALA DI PRESENTARE UNA SPLENDIDA OPERA DI QUESTO CALIBRO CON UN RE DI BABILONIA VESTITO DA RAGIONIERE FANTOZZI? VADO SPESSO AL TEATRO SCALA MA SE CONTINUI CON QUESTE INNOVAZIONI MI SA CHE NON CI ANDRO’ PIU’.

  4. PF Says:

    Concordo, la rappresentazione non e’ stata granche, e la regia televisiva certo non priva di pecche e problemi. Ho preferito di gran lunga la rappresentazione del 2011 all’Opera di Roma. Peccato che non potei registrarla.

  5. ilario Says:

    Gentile sig.ra Nadia e cosa dovrebbero dire i wagneriani delle divise naziste ad ogni piè sospinto e delle comparse svestite da cialtroni sotto i ponti di Londra o da drogati sfatti? O del Rosenkavalier dove si vede entrare un maggiordomo interamente nudo e con tanto di pendaglio in piena vista che attraversa tutta scena e se ne va come se niente fosse ? Fino a che la gente paga e profumatamente per avere questa… di cosa ci lamentiamo? Se restassero solo questi documenti dei nostri giorni ai posteri direbbero che eravamo tutti dei bruti o dei mentecatti; aggiungendo anche dei … gonzi avrebbero ragione al 200%.
    P.S.
    Giusto per curiosità perché non seguo l’opera e le sue sventure
    ma quanto danno ad Sottintendente per far apparecchiare simili meraviglie?Ci vuole scommettere che per 1500 euro al mese anche un diplomato delle medie farebbe meglio?E che una sarta disoccupata confezionerebbe un vestito da Finini migliore di quello del suo Fantozzi?

  6. Giulia Says:

    L’ho visto anch’io e sono d’accordo, tutto sommato una buona rappresentazione. Gli abiti grigi non erano affatto esaltanti, ma perlomeno erano neutri, non davano fastidio, e la drammaturgia – appunto – era salva.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: