Truls Mørk e Juraj Valčuha: Prokof’ev e Shostakovich alla Stagione OSN Rai

Premessa: per motivi di salute non ho potuto assistere dal vivo al Concerto in oggetto, per cui ciò che scrivo si basa sulla diffusione in streaming di ieri sera. Streaming stavolta di qualità sugli standard europei e non da paese sottosviluppato (culturalmente) come avviene di regola: era in corso la ripresa tv per cui si è potuto fruire di un prodotto che era in sintonia con la qualità artistica di quanto proposto.

Un programma dedicato ai due massimi compositori sovietici: Prokof’ev e Shostakovich. Del primo la Sinfonia Concertante op.125 per violoncello e orchestra, di cui è stato solista Truls Mørk, uno dei maggiori violoncellisti di oggi. Composta per Mstislav Rostropovich, che collaborò con il Musicista, l’op.125 è una delle ultime opere di Prokof’ev, che rielaborò il precedente concerto per violoncello e orchestra del 1938. Pagina che mette a durissimo cimento il solista soprattutto nel movimento centrale. Mørk è stato eccellente interprete.

Truls Mørk esegue Prokof'ev alla Rai ©digital photo

Truls Mørk esegue Prokof’ev alla Rai ©digital photo

Al termine ha risposto agli applausi proponendo come bis El cant dels occels, lo stesso brano che Sol Gabetta aveva proposto nella trascrizione di Pablo Casals poche settimane fa. Nella seconda parte la celebre Quinta Sinfonia di Shostakovich, forse la più conosciuta ed eseguita del Compositore. Valčuha ne ha dato una bella lettura e l’Orchestra si è fatta onore sia nell’insieme che nelle prime parti (Giampaolo Pretto, Francesco Pomarico, Cesare Coggi, Margherita Bassani).

Valčuha dirige la Quinta di Shostakovich ©digital photo

Valčuha dirige la Quinta di Shostakovich ©digital photo

Vorrei tornare sullo streaming. Chissà perché bisogna attendere che avvenga il miracolo di una ripresa tv per avere uno streaming di qualità pari a quello che è offerto nel resto d’Europa. Perché non prendere esempio dalla TV spagnola che con una Orchestra di qualità inferiore alla nostra in compenso offre a tal riguardo un servizio di ottima qualità e lascia i concerti in archivio?

http://www.rtve.es/alacarta/videos/los-conciertos-de-la-2/

Onde prevenire la solita litania di alcuni dirigenti Rai sull’evasione del canone che a loro dire impedirebbe in parte una produzione culturale più diffusa e più fruibile, preciso che in Spagna non si paga il canone di abbonamento alla tv pubblica.

Advertisements

Tag: , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: