“Aimez-vous Brahms?”: grande Brahms al Teatro Regio di Torino

Brnos

Inizio a cogliere i frutti della “politica culturale della Città di Torino, volta al coordinamento dei vari enti che operano nella musica classica” (per citare le parole della newsletter del Regio): insomma mi sono già trovato di fronte al dilemma “OSN Rai – Teatro Regio”? Smiley Le date degli eventi erano sovrapponibili e dopo tanti testa o croce, bim bum bam, pari o dispari ho optato per il Regio, sacrificando il concerto della Rai  Smiley (spero di recuperarlo almeno in tv). Alla faccia del coordinamento!!! Devo comunque ammettere che non me ne sono pentito, anche perché i primi due concerti del ciclo che il Regio sta dedicando a Brahms sono stati superlativi, superiori a ogni aspettativa. Due giovani solisti d’eccezione. il pianista Simon Trpceski per il Primo Concerto op.15 e il violinista Julian Rachlin per il Concerto op.77.

solists

Simon Trpceski e Julian Rachlin

Un’orchestra in stato di grazia che testimonia i passi da gigante compiuti in questi ultimi anni sotto la guida di Gianandrea Noseda: prova inconfutabile della importanza di un buon direttore alla guida di una compagine.

Gianandrea Noseda

Perfetta sintonia tra solisti e orchestra: cosa non poi così frequente nei concerti delle stagioni concertistiche, anzi… Un Primo Concerto che regge benissimo il confronto ravvicinato con quello ascoltato meno di un mese fa con Zimerman e l’Orchestra della Radio Polacca e un Concerto per violino con un solista che sa coniugare il virtuosismo, mai esibito se non nel bis, con le dimensioni liriche e intimistiche della pagina. L’Orchestra ha dato prova nella Prima e soprattutto nella Seconda Sinfonia del notevolissimo livello raggiunto. Merito di Gianandrea Noseda.

Gianandrea Noseda

Gianandrea Noseda

Palpabile in ogni momento l’affettuoso rapporto che lega orchestrali e direttore, l’intesa perfetta. Percettibile il legame tra pubblico e direttore e orchestra: si sente ed è fondamentale. Ovazioni finali quasi da tifoserie calcistiche: fa un immenso piacere e lascia un calore di cui in questi tempi abbiamo più che mai bisogno. Noseda li merita e cum laude, se poi si pensa al tour de force che sta affrontando (14 e 15 Otello, 16 e 17 Brahms, 18 e 19 Otello, 21 e 22 Otello, 23 Brahms, 24 Otello, 25 Brahms, 26 Otello…) non si può non ammirarne l’energia e la resistenza.

Gianandrea Noseda

Gianandrea Noseda

La prossima settimana continua…

Annunci

Tag: , , , , ,

2 Risposte to ““Aimez-vous Brahms?”: grande Brahms al Teatro Regio di Torino”

  1. alberto Says:

    Ho ascoltato interamente il primo concerto e la prima metà del secondo, recandomi poi alla RAI per ascoltare Pini e Fontane.
    Delle esecuzioni al Regio, direi che sono state notevoli IN RELAZIONE allo scarso (forse molto scarso) tempo di prova.
    Devo ammettere che la notevolissima statura dei due solisti ha calamitato di più la mia attenzione sui concerti op.15 e op.77 che non sulla Prima Sinfonia (che forse più ancora dei concerti si sarebbe giovata di maggiore tempo di prova).
    Comunque direi una sfida vinta
    Il Regio era quasi pieno (da qualche anno i concerti del Regio sono praticamente sempre a sala piena).
    All’Auditorium Rai per ascoltare Fontane e Pini (il secondo brano era dichiarato come non eseguito dal 1996:possibile?) ho trovato, non senza dispiacere, un pubblico di forse 600-700 persone al massimo ( e temo che poco in realtà abbia giocato la concomitanza con i concerti al Regio).

  2. Roberto Mastrosimone Says:

    La Seconda Sinfonia è andata molto bene e, ieri sera, anche la Terza. Forse nelle Prima l'”incidente” al clarinetto può aver creato un po’ di disagio, dopo la ripresa le cose sono andate molto meglio. A proposito di “incidenti”, venerdì anche Tamestit ha avuto un problema alla viola durante l’esecuzione del brano di Berio (così ho saputo): sembra che l’Auditorium Toscanini non porti bene ai violisti: ricordi Bashmet quache anno fa?
    Anche a me pare che i Pini di Roma abbiano avuto qualche altra esecuzione dopo quella di Inbal del ’96, però per quanti sforzi mnemonici abbia fatto nono sono ancora giunto a nulla.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: