LANG LANG dall’Auditorium Parco della Musica in Roma in diretta su Rai 5

Lang Lang

Lang Lang

Domani, 21 novembre 2014, alle 20:30 in diretta su Rai 5 andrà in onda il concerto che Lang Lang terrà all’Auditorium Parco della Musica in Roma. in programma:

Mozart Sonata n.5, KV 283
Mozart Sonata n. 4, KV 282
Mozart Sonata n. 8, KV 310
Chopin Ballata n. 1, op. 23
Chopin Ballata n. 2 op. 38
Chopin Ballata n. 3 op. 47
Chopin Ballata n. 4 op. 52

Lang Lang

Lang Lang

———–

Il virtuosismo estremo, quasi fine a se stesso, di Lang Lang mi pare che non si adatti all’interpretazione di Chopin. Se già a Torino gli Scherzi mi avevano lasciato molte perplessità a Roma le Ballate me ne hanno lasciato ancor di più. Nel Valzer eseguito come bis ci si può anche “divertire”, forse, ma con le Ballate gli “effetti senza causa” a scopo di mera esibizione finiscono con lo stravolgere completamente queste pagine, tra le più belle in assoluto della letteratura pianistica. Con Mozart è forse andata meglio, soprattutto nelle KV 282 e KV 283, meno nella KV 310. La Marcia Turca del bis eseguita in modo “circense” è quella che meglio esprime il pianismo di Lang, basato su un virtuosismo acrobatico esibito senza pudori di sorta. L’audio della ripresa tv era disturbato da un rumore di fondo durato a lungo.

Annunci

Tag: , , , ,

4 Risposte to “LANG LANG dall’Auditorium Parco della Musica in Roma in diretta su Rai 5”

  1. solsido Says:

    A me la seconda e la terza ballata sono piaciute per la carica emotiva che sono riuscite a comunicare.Appare ovvio che Lang Lang non è il pianista rigoroso dello stile e della prassi esecutiva ma definire da circo le sue interpretazioni come ho letto da qualche parte mi sembra eccessivo per un artista che sta facendo tanto per la musica classica.Se in conservatorio di stanno aprendo classi di musica pop oltre alle innumerevoli di yazz significa che bisogna aprirsi a nuovi linguaggi.Lo stile,il rigore sono valori eterni ma bisogna misurarsi con il passare del tempo.Se Beethoven sentisse le sue sinfonie eseguite dalle orchestre attuali chissà cosa direbbe.
    E chissà cosa direbbe l’ istrionico Mozart ascoltando quella marcia turca sicuramente inaccettabile per gli addetti ai lavori ma irresistibile per il pubblico.

  2. luzy Says:

    Pianisti che suonavano così c’erano già al tempo di Chopin. E già allora ci facevano inorridire 🙂

  3. Zandomaxia Says:

    Un pianista “sottotitolato per non udenti”. Le facce fanno parte del circo (ieri ho parlato con una violinista che l’ha accompagnato in una tournée: é tutto studiato). Acchiappano il pubblico, ma la musica rimane da un’altra parte. Le Ballate sono state fatte a brandelli. Tanti episodi fini e se stessi, effettacci non richiesti, fraseggio arbitrario. Le interpretazioni non si “adeguano” ai tempi, ma ai testi con la sensibilità del tempo. Altrimenti cambiamo arte e facciamo improvvisazione estemporanea.

  4. luzy Says:

    Li avete letti/ascoltati gli SMS di radio3 inviati dagli ascoltatori durante la diretta?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: