AIDA di Verdi in diretta dal Teatro alla Scala di Milano su ClassicaHD, Servus tv

© Brescia &Amisano

© Brescia &Amisano

Chi è abbonato a Sky Classica e chi riceve con l’antenna satellitare la rete austro-tedesca Servus Tv potrà stasera seguire in diretta tv alle ore 20:00 Aida di Giuseppe Verdi dal Teatro alla Scala. Lo spettacolo ha la regia di Peter Stein e la direzione d’orchestra di Zubin Mehta.

© Brescia & Amisano

© Brescia & Amisano

Il cast vocale comprende Kristin Lewis, Fabio Sartori (o Massimiliano Pisapia?), Anita Rachvelishvili, George Gagnidze, Matti Salminen, Carlo Colombara.

Kristin Lewis © Brescia & Amisano

Kristin Lewis © Brescia & Amisano

Una recensione dello spettacolo:

http://www.operaclick.com/recensioni/teatrale/milano-teatro-alla-scala-aida-2

© Brescia & Amisano

© Brescia & Amisano

L’opera potrà essere seguita in diretta streaming su :

http://www.servustv.com/at/Live

sempre che sia possibile dall’Italia.

———

Una Aida intimista questa firmata Peter Stein, concentrata sul dramma dei protagonisti. È una visione che comincia a farsi strada da un po’ di tempo e che si contrappone alla tradizione kolossal ancora in auge all’Arena di Verona (ma anche al Met dove ancora è proposto l’allestimento di Sonia Frisell) e a cui obbediva lo spettacolo di Zeffirelli. Stein è così radicale da tagliare le Danze, provocando sicuramente dissensi in parte del pubblico. A mio parere non è poi un taglio così doloroso ed è coerente con il resto dello spettacolo. [Già Ronconi nel 1985 aveva “accorciato” le Danze suscitando allora mugugni]. Mehta è in piena sintonia con questa lettura. Almeno sul versante musicale in passato (anche remoto) ci furono letture controcorrente di Aida. Circa mezzo secolo fa Barbirolli all’Opera di Roma propose una Aida che puntava sul dramma intimo con qualche perplessità da parte dei critici. Karajan lo fece nella seconda incisione dando spunto ai suoi detrattori per versar i soliti veleni. Si tratta di due interpreti geniali che anticipavano il futuro. Uno spettacolo decisamente riuscito questo della Scala. Cast vocale non eccezionale, ma buono (ieri sera c’era Sartori), con l’eccezione, a mio parere, dell’affaticato Salminen prossimo ai 70 anni. Pubblico un po’ freddino: un applauso al Soprano dopo l’aria del terzo atto era da farsi (almeno per cortesia) tanto più che c’era una brevissima pausa rimasta nel silenzio, la Lewis era visibilmente seccata. Peccato per la pessima ripresa audio soprattutto nel I atto e in parte del II (è migliorata nei due atti finali) che penalizzava l’orchestra con una microfonazione ravvicinatissima.

Tag: , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: