ATTILA di Verdi dal Comunale di Bologna su Rai 5

Le prove (foto Rocco Casaluci)

Scena dall’opera © foto R.Casaluci

Stasera alle 21:15 su Rai 5 dovrebbe andare in onda Attila di Giuseppe Verdi dal Teatro Comunale di Bologna (ho usato il condizionale vista l’aleatorietà che ultimamente caratterizza il palinsesto della rete). È trasmessa in lieve differita (in un primo tempo era stata annunciata la diretta) e sarà replicata domani e martedì, salvo complicazioni. Il titolo inaugura la Stagione 2016 del Teatro bolognese. Sul podio Michele Mariotti, la regia è di Daniele Abbado. Nel cast: Ildebrando d’Arcangelo, Maria José Siri, Simone Piazzola, Fabio Sartori, Gianluca Floris, Antonio Di Matteo.

Le prove (foto Rocco Casaluci)

Maria José Siri © foto R.Casaluci

Segnalo un’intervista a Maria José Siri:

http://www.operaclick.com/interviste/maria-jos%C3%A8-siri-diventa-odabella-nellattila-scena-al-teatro-comunale-di-bologna-dal-23-gennaio

Le prove (foto Rocco Casaluci)

Ildebrando d’Arcangelo © foto R.Casaluci

———-

Lo spettacolo firmato da Daniele Abbado mi è sembrato muoversi nell’ambito di quella che oggi è definita “tradizione”. Insomma se non fosse per le brutte e quasi inesistenti scene e gli orrendi costumi sarebbe uno spettacolo come quelli che si vedevano alcuni decenni fa. Quindi nessuna rilettura innovativa, tranne che….. quei brutti costumi, di difficile collocazione spazio temporale, non volessero alludere a una contemporaneità. Dal punto di vista musicale mi è sembrata ottima la direzione di Michele Mariotti. Il cast è notevole con una preferenza (mia) per Simone Piazzola.

Attila al Teatro Comunale - ph. Rocco Casaluci

Scena © foto R.Casaluci

Una recensione:

http://www.operaclick.com/recensioni/teatrale/bologna-teatro-comunale-attila

Annunci

Tag: , , , , , , , , , ,

8 Risposte to “ATTILA di Verdi dal Comunale di Bologna su Rai 5”

  1. Caterina Says:

    Parlare di aleatorieta’ è un eufemismo. Ancora aspettiamo di vedere il concerto di Pappano da Santa Cecilia previsto per giovedì sera

  2. Roberto Mastrosimone Says:

    Sembrerebbe previsto per il 4 febbraio p.v.: chissà…..

  3. gabrilu Says:

    Rai5 trasmette cose bellissime non solo di musica ma in generale. Però a me fa venire un nervoso, un nervoso… Il sito è fatto malissimo, riuscire a trovare i dettagli di un programma che interessa è un’impresa, giorni e orari lasciamo perdere. Davvero spesso mi chiedo se sono cretina io che non capisco (ma com’è che per tutti gli altri canali non ho alcun problema e trovo tutto e subito?!) oppure sono loro che non sanno proprio organizzare e organizzarsi. Scusa lo sfogo e grazie per tutte le informazioni che fornisci

  4. Roberto Mastrosimone Says:

    Il sito di Rai 5 mette a dura prova la pazienza degli utenti e, quel che è grave, nel tempo è riuscito a peggiorare. In passato ad es. mensilmente veniva indicata la programmazione operistica, adesso non più, bisogna arrangiarsi. In compenso la programmazione è migliorata con dirette sia di concerti che di opere.

  5. Cesarina Mencarelli Says:

    Concordo perfettamente! Sito fatto malissimo!

  6. Mauro Says:

    Sarà per mia deficienza, ma anche il sito di Radiotre mi faceva imbestialire, quando cercavo di consultare il dettaglio dei programmi dei concerti.

  7. Bruno Says:

    Ho visto la diretta dell’Attila dal Comunale di Bologna, e mi rincresce di dover ritornare su un argomento che ho già sollevato a suo tempo, a proposito della Carmen del San Carlo.
    Tutti (dico tutti) gli intervalli dei cambiamenti di scena – curiosamente lunghetti, lo ha notato? specialmente per scene così inconsistenti – sono stati occupati non solo dagli indispensabili commenti, ma da rilassate interviste e addirittura da filmati riassuntivi delle vicende appena svoltesi sul palcoscenico! Filmati preparati a quanto pare in pochi momenti, ma con la sicurezza di avere tutto il tempo di mandarli in onda. Un tempo questi intervalli duravano pochi secondi, ora invece nasce il dubbio che siano stati programmati.
    La cosa grave è che tutto questo ha avuto un effetto devastante sull’attenzione dei telespettatori, o almeno sulla mia. Dal buio del palcoscenico, dal silenzio della sala, si viene bruscamente riportati alla luce di un palchetto di proscenio, a scene registrate di cui nessuno sentiva il bisogno, alle amabili chiacchiere di due signori (magari esperti, non dico), col dubbio che lo spettacolo possa riprendere da un momento all’altro, come avvenne per la Carmen (questa volta non è successo, per fortuna).
    Concordo pienamente con Gabrilu sulla inutilità dei programmi di RAI 5. Io non ci ho mai capito nulla. Sono essenzialmente dei postgrammi, con l’elenco delle cose fatte, anche molto tempo fa.

  8. alberta Says:

    mi è molto piaciuto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: