Beatrice Rana e Lahav Shani: due giovanissimi alla OSN Rai.

51 anni in due: 24 compiuti domenica scorsa lei, 27 lui. Giovanissimi di età, più che maturi artisticamente. Beatrice Rana è ormai ospite abituale delle istituzioni musicali torinesi, da quando fu “scoperta” supplendo in extremis una defezionaria e famosa collega pluribidonista in un programma quanto mai impegnativo. Fu subito un successo e nessuno rimpianse la “titolare” (che per una singolare coincidenza domenica prossima dovrebbe esibirsi in duo con Kavakos per l’Unione Musicale). Unisce a una tecnica mostruosa, che le consente di affrontare con estrema facilità anche pagine di virtuosismo trascendentale, una sensibilità interpretativa che nobilita e fa rivivere anche pagine usurate da ascolti frequenti. Così è stato ieri sera per il Primo Concerto op.23 di Ciaikovskij. Uno dei concerti più famosi e conosciuti dell’intera letteratura pianistica. Forse merito dei media che lo hanno reso popolare anche presso il grande pubblico. Ad es. il celebre incipit fu nei titoli di testa di uno dei primi sceneggiati Rai (Umiliati e offesi) nel 1958. La popolarità venne poi agli inizi degli anni 70 con il film The music lovers (in Italia: L’altra faccia dell’amore) di Ken Russel, che largo spazio diede al Concerto.

Beatrice Rana non si adagia nella popolarità del brano in una performance brillante di routine, ma ne sviscera aspetti quasi inediti, esaltando momenti di intimo lirismo e rivelando la grandezza di una musica troppo spesso ingiustamente sottovalutata. Una vera e propria scommessa, ma vinta in pieno.

rana1

Beatrice Rana interpreta Ciaikovskij alla OSN Rai ©Più Luce

Tutto questo è stato possibile grazie a una perfetta intesa col direttore Lahav Shani: raramente capita di verificare un sì perfetto connubio.

ranashani

Beatrice Rana e Lahav Shani al termine del Concerto ©Più Luce

Sono circa 50 anni che frequento abitualmente le sale da concerto e non so quante volte ho ascoltato dal vivo il Primo di Ciaikovskij: senza esagerazioni credo che questa sia la esecuzione più bella e riuscita in assoluto e penso che complimento migliore non possa fare ai due giovanissimi fuoriclasse.

concerto

Il Primo di Ciaikovskij ©Più Luce

La vera “sorpresa” della serata è stata Lahav Shani, la cui carriera è iniziata da poco, ma dimostra un talento e una maturità artistica rara persino in colleghi in auge da lungo tempo. Lo avevo ascoltato in alcuni video Youtube e ne avevo già avuto un’ottima impressione, confermata in pieno dal vivo.

shani

Lahav Shani sul podio della OSN Rai ©Più Luce

Nella seconda parte della serata ha diretto la Quinta Sinfonia op.47 di Shostakovich, forse la più conosciuta ed eseguita delle sinfonie dell’Autore sovietico. Come nel Concerto di Ciaikovskij anche in questa pagina Lahav Shani è riuscito a mettere in evidenza momenti cruciali, soprattutto nell’intenso Largo, interpretato con una intimità lacerante ottenendo dall’Orchestra sonorità soffuse. Incredibile la vasta gamma dinamica ottenuta dalla Compagine che ha risposto in modo superlativo.

lshani

Lahav Shani dirige Shostakovich ©Più Luce

Se a 27 anni ha una tale eccellenza tecnica, che cosa sarà tra alcuni anni? La Rotterdam Philharmonic non ha perso tempo e lo ha già nominato direttore principale dalla stagione 2018/19, i Wiener Symphoniker direttore ospite dalla prossima… Il Direttore Artistico della OSN era visibilmente soddisfatto dell’esito del Concerto, tale soddisfazione fa sperare in prossimi appuntamenti con Lahav Shani? o, come al solito, staremo a guardare gli altri che ce lo “scippano”? chissà….

applausi

Applausi finali ©Più Luce

Pubblico (e Orchestra) in visibilio: Lahav Shani lo merita e speriamo di rivederlo presto e spesso.

Annunci

Tag: , , , ,

8 Risposte to “Beatrice Rana e Lahav Shani: due giovanissimi alla OSN Rai.”

  1. mauro Says:

    Non ho certo tutta la tua pratica dal vivo del concerto di Ciaikovski, però, pur premettendo che la memoria in specie sonora è assai fallace, ero rimasto ancor più colpito dalla perfezione di Volodos qualche anno fa sempre qui alla Rai. Anzi, sai se si trova in rete quel concerto?
    Ah, sentivo un esperto sostenere che il piano usato da Schuch la settimana scorsa per Beethoven aveva un suono migliore di questo, che definiva un po’ “tagliente”.

  2. mauro Says:

    Dimenticavo: ma dove trovi le foto dei concerti?

  3. Roberto Mastrosimone Says:

    Non mi riferivo alla precisione, che in ogni caso era presente anche nella performance di Beatrice Rana, ma all’interpretazione. Se poi si fa focus sull’atletismo, sicuramente Matsuev che avevo ascoltato con Temirkanov e la San Pietroburgo supera tutti. Nel 1968 avevo ascoltato Arthur Rubinstein nello stesso concerto (dirigeva Pietro Argento) e nella stessa sala, essendo la prima volta che lo ascoltavo dal vivo mi fece una notevole impressione, anche perché Rubinstein era un mito vivente. Eppure l’interpretazione di Beatrice Rana è riuscita a dirmi qualcosa di nuovo.
    Non ricordo se il concerto con Volodos sia stato ripreso dalla tv. Le foto dei concerti puoi trovarle su FB.

  4. luzy Says:

    …pare lo trasmettano il 16 febbraio su Rai5. Mentre stasera Beatrice Rana è in diretta dalla Scala con la prima del concerto per piano di Boccadoro, diretta radio ovviamente.

  5. Roberto Mastrosimone Says:

    Sì, esattamente il 16 febbraio, come segnalato sul programma di sala. Mi domando che fine abbiano fatto le dirette tv che Rai Cultura si era impegnata a fare a inizio stagione e che fine abbia fatto Bernardini col suo Nessun dorma.

  6. Concerto Shani-Rana su Rai 5 | Wanderer's Blog Says:

    […] https://musicofilia.wordpress.com/2017/01/27/beatrice-rana-e-lahav-shani-due-giovanissimi-alla-osn-r… […]

  7. ilario menghi Says:

    Non ho sentito il concerto…ma condivido appieno l’entusiastica recensione di Lahav Shani che per caso ho incontrato e scoperto su un video vimeo dirigere la 1 ° sinfonia di Mahler con la Goteborg Orchestra:
    una rivelazione inaudita! Mai sentito da tanti anni una Prima così bella poetica potente e coinvolgente ! Semplicemente strepitosa da porre ai primi posti della discografia mahleriana di tutti i tempi !

  8. Roberto Mastrosimone Says:

    Può vedere e ascoltare il concerto su RaiPlay, ancora per pochi giorni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: