“Così fan tutte” di Mozart giudicata troppo osé…

… da alcuni insegnanti di Ascoli che hanno rinunciato a far vedere ai loro alunni l’opera in oggetto perché tratta argomenti troppo scabrosi t1834. Pier Luigi Pizzi, regista dello spettacolo, è piuttosto sorpreso da questa scelta: «Non mi era mai capitato e un po’ mi è dispiaciuto sapere che alcune maestre e prof hanno annunciato che le loro classi non parteciperanno alla visione di questa opera lirica perché si parla di sesso. È vero – ha proseguito Pizzi – che l’argomento di ‘Così fan tutte’ è molto attuale nonostante questa opera di Mozart sottotitolata ‘La scuola degli amanti’ sia stata rappresentata per la prima volta a Vienna nel 1790 quindi oltre duecento anni fa. Ma quando mi hanno detto che i ragazzi avrebbero dovuto essere accompagnati dai genitori per assistere a questa opera buffa, sono rimasto davvero sorpreso. È vero, si parla di sesso, di tradimenti, di infedeltà, ma non certo in modo volgare. È vero che le due ragazze affittano una villetta a Positano per lo svago estivo, è vero che i due corteggiatori sono due ufficiali che vogliono divertirsi ed è vero anche che faranno una scommessa sulla fedeltà delle ragazze che stanno corteggiando, ma tutto viene fatto con poesia – ha concluso il Maestro Pizzi – con romanticismo, con quel senso dell’amore che c’era due secoli fa anche se, ripeto l’argomento è straordinariamente attuale». © Il Resto del Carlino

Non voglio mettere in discussione le scelte educative degli insegnanti (forse hanno temuto proteste da parte dei genitori?), certo che desta un po’ di sorpresa che Così fan tutte venga ancora equivocata come opera pruriginosa o hanno pensato che il soggetto fosse lo stesso del film omonimo di Tinto Brass? s0238

Annunci

Tag: ,

3 Risposte to ““Così fan tutte” di Mozart giudicata troppo osé…”

  1. lincebianca Says:

    Non ci posso credere🤣🤣🤣…..nel 2018😂😂

  2. Daniela Says:

    l’idiozia gioca brutti scherzi, non mi stupirei che da quelle persone fosse giudicato più educativo uno di quei videogiochi che rammolliscono il cervello e non insegnano nulla.

  3. Franco Says:

    Senza parole anche perchè presumo siano ragazzi della scuola media dove video, cellulari & C. girano alla grande chissà con quali contenuti! Mah, non si finisce mai di stupirsi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: