Archive for the ‘Concerti’ Category

Gala Ambasciatori Rolex dal Teatro alla Scala su Rai 5

agosto 29, 2019

programma-di-sala-GALA-ROLEX

Stasera concerto evento su Rai 5: il Gala Ambassadors Rolex che ha avuto luogo alla Scala il 23 giugno u.s. con protagonisti d’eccezione, prima fra tutte la Filarmonica di Vienna. IL Concerto è stato a favore dell’attività formativa dell’Accademia Teatro alla Scala. Il programma:

G. Verdi: La forza del destino, Ouverture
R. Schumann: Concerto in la min. op. 54 per pianoforte e orchestra, Allegro affettuoso – Yuja Wang
P. Mascagni: L’amico Fritz, Intermezzo
G. Verdi: La forza del destino, “La vita è inferno…O tu che in seno agli angeli” – Jonas Kaufmann
C. Gounod: Roméo et Juliette, “Ah, lève-toi, soleil” – Juan Diego Flórez
“Va! Je t’ai pardonné” – Sonya YonchevaJuan Diego Flórez
G. Verdi: Otello, “Già nella notte densa” – Jonas KaufmannSonya Yoncheva
G. Donizetti: L’elisir d’amore, “Una furtiva lagrima” – Juan Diego Flórez
F. Halévy: La juive, “Rachel, quand du Seigneur” – Jonas Kaufmann
G. Puccini: Tosca, “Vissi d’arte” – Sonya Yoncheva

Bis:
G. Bizet: Carmen, “Les tringles des sistres tintaient”, riscrittura per pianoforte – YujaWang
P. Méndez, “Cucurrucucú paloma” – Juan Diego Flórez
E. Kálmán: Gräfin Mariza, “Grüss mir mein Wien” – Jonas Kaufmann
C. Lecocq: Les Cent Vierges, “O Paris, gai séjour de plaisir” – Sonya Yoncheva
G. Verdi: La traviata, “Libiamo ne’ lieti calici” – Juan Diego FlórezJonas KaufmannSonya YonchevaPlácido Domingo

Wiener Philarmoniker
Direttori Gustavo DudamelPlácido Domingo
Pianoforte Yuja Wang
Soprano Sonya Yoncheva
Tenori Jonas KaufmannJuan Diego Flórez

download

La prima parte vede sul podio Gustavo Dudamel, la seconda Placido Domingo.

Unbenannt-42

Il concerto è stato visibile gratuitamente, forse lo è ancora, su medici.tv. Ripeto una lode a Rai 5 per diffondere programmi di altissimo livello. Di solito sono critico nei confronti della Rai, ma sono pronto a riconoscerne i meriti quando ci sono.

Annunci

La Nona di Beethoven dalla Porta di Brandeburgo a Berlino diretta da Kirill Petrenko

agosto 24, 2019

Phil_190109_1092-DCH

Stasera alle 20:00 sarà possibile guardare e ascoltare in diretta streaming la Nona Sinfonia di Beethoven eseguita dai Berliner Philharmoniker alla Porta di Brandeburgo.  Dirige Kirill PetrenkoSoprano Marlis Petersen , mezzosoprano Elisabeth Kulman ,tenore Benjamin Bruns , basso Kwangchul Youn ,Rundfunkchor Berlin , maestro di coro Gijs Leenaars. Lo streaming è eccezionalmente gratuito. 

https://www.digitalconcerthall.com/en/concert/52589

 

Sommernachtkonzert 2019 da Schoenbrunn su Rai 5

agosto 22, 2019
Julius-Silver-002b

©J.Silver

Stasera alle 21:15 su Rai 5 andrà in onda il Sommernachtkonzert dei Wiener Philharmoniker 2019. È una differita: il concerto è stato eseguito il 20 giugno scorso, ma vale lo stesso la pena di non farselo sfuggire. Se non sbaglio è la prima volta che una rete italiana lo trasmette. Sul podio Gustavo Dudamel,

MAXI0596(c)MaxParovsky

©M.Parovsky

solista Yuja Wang.

MAXI0174(c)MaxParovsky

©M.Parovsky

Il programma ha come motto: Rapsodie in blue.

  • Leonard Bernstein: Ouvertüre zu ”Candide“
  • Johann Strauß (Sohn): Jubilee Waltz, o.op.
  • George Gershwin Rhapsody in Blue [Fassung für Klavier und Orchester 1942] Orchestrierung: Ferde Grofé
  • Max Steiner: Casablanca-Suite
  • John Philipp Sousa: Stars and Stripes Forever
  • Samuel Barber: Adagio for Strings
  • Carl Michael Ziehrer: Sternenbanner-Marsch, op. 460
  • Antonín Dvořák: Symphonie Nr. 9 in e-Moll, op. 95 ‘Aus der Neuen Welt’, 4. Satz, Allegro con fuoco

Il bis di rito è Wiener Blut.

Concerto per Milano in diretta su Rai 5

giugno 8, 2019

riccardo-chailly-scala-743373

O troppo o niente. In concorrenza spietata con Ezio Bosso su Rai 3 ci sarà domani la diretta su Rai 5  alle 21:15 de Il concerto per Milano della Filarmonica della Scala diretta da Riccardo Chailly. In programma la Nona Sinfonia di Dvorak e brani di Nino Rota tratti da “La strada” e “Prova d’orchestra”. Vabbè. Si spera in Rai Play…

MITO Settembre Musica 2019

giugno 5, 2019

MITO_Programmi_2019

Presentato il programma del futuro MITO Settembre Musica 2019. Il “tema” sarà Geografie:

La globalizzazione e la trasformazione digitale hanno cambiato il nostro modo di metterci in relazione con lo spazio. Le giovani generazioni hanno infatti un’idea della geografia piuttosto diversa rispetto a quella dei loro padri: i concetti di identità e di confine, ad esempio, da un lato sono drammaticamente evidenziati dal pensiero estremista e xenofobo, ma dall’altro sono ignorati, nella pratica, dal continuo viaggiare fisico e metaforico. E così, se è interessante esplorare la produzione artistica del presente, con compositori figli di questo nuovo nomadismo e interpreti abituati a confrontarsi con colleghi di tutto il pianeta, è anche importante, e bello, ripercorrere le vicende musicali del mondo antecedente, quando le matrici locali e nazionali avevano un’influenza determinante nel generare le proprie espressioni culturali. Declinando il tema portante Geografie, quello che fa MITO nel 2019 è dunque viaggiare nello spazio, avanti e indietro lungo la storia, per recuperare luoghi, tradizioni, appartenenze, lingue musicali che hanno segnato le diverse culture del pianeta.

Con gli stessi concerti in entrambe le città, con la presenza di orchestre e solisti internazionali alternati alle più prestigiose istituzioni musicali di Milano e di Torino, si esplora così la produzione delle diverse scuole nazionali, si inseguono i grandi compositori nelle loro peregrinazioni, si fa il punto su quanto accade oggi in un territorio specifico o si mettono in risalto continenti immaginari. E, come in passato, lo si fa con programmi inusuali, tutti costruiti ad hoc, aperti al pubblico degli ascoltatori abituali quanto a quello dei neofiti, anche grazie alle brevi introduzioni che aiutano a comprendere la genesi, il senso, l’intensità di ogni concerto. Si moltiplica così il piacere dell’ascolto e si contribuisce alla crescita di una collettività in cui la bellezza, l’emozione, la sensibilità artistica sono tasselli di una cittadinanza, e in fondo di un’esistenza, più ricca, piena, consapevole.

 

Un’attenzione particolare e specifica viene riservata anche quest’anno alla musica corale: il festival dedica un’intera giornata ai cori, con una festosa invasione articolata in dieci concerti pomeridiani e un “open singing” finale al quale tutta la cittadinanza è invitata a partecipare. Gli esiti umani, civili e di piacere condiviso che hanno segnato le esperienze fatte negli scorsi anni sono stati davvero notevoli. Con determinazione, e con un pizzico di orgoglio, MITO prosegue dunque in questa direzione, continuando a porsi come l’unico grande festival non specializzato a mettere sotto i riflettori, per un’intera giornata, il mondo corale.

Anche la programmazione destinata ai bambini e ai ragazzi vuole porsi come un’occasione per scoprire modi di fare musica e teatro musicale non consueti. Spettacoli provenienti da altri paesi – quest’anno Giappone e Olanda – si alternano a un lavoro commissionato ad hoc; e tutti sono stati scelti con lo scopo di far vivere l’esperienza musicale in modo appassionante, sorprendente, evitando qualunque forma di didascalismo o di didattica sotterranea. È il messaggio che il festival lancia verso il futuro, dove ci auguriamo di arrivare tutti con le orecchie, il cervello e il cuore pieni di musica. Nicola Campogrande (Dir. art.)

A una rapida scorsa del programma si nota un ritorno di alcuni grandi nomi (Zubin Mehta, Yuri Temirkanov) con le relative orchestre (Israel Philharmonic e Filarmonica di San Pietroburgo), insomma finita la furia “rottamatrice” cui si era adeguato il festival tornano i “nonnetti” (come li aveva definiti un ineffabile cronista del principale quotidiano torinese, forse riportando le parole di qualcuno di cui non si parla quasi neanche più). Certo siamo lontani dai fasti del passato, ma terminata anche la pompa messianica che aveva caratterizzato l’inizio del “nuovo corso” (sinceramente molto irritante), il tutto viene metabolizzato meglio.

http://www.mitosettembremusica.it/it/programma/calendario/torino/2019

http://www.mitosettembremusica.it/it/programma/calendario/milano/2019