Archive for the ‘MUSICA CLASSICA’ Category

Concerto di Capodanno dei Wiener Philharmoniker 2018: il programma.

dicembre 13, 2017

Ci avviciniamo al 2018 e al Concerto di Capodanno da Vienna, che questa volta sarà diretto da Riccardo Muti. È la quinta volta che il Maestro dirige il Neujahrskonzert (le volte precedenti: 1993, 1997, 2000, 2004).

rm

Si conosce già il programma:

Johann Strauss, Jr.
Einzugsmarsch aus der Operette „Der Zigeunerbaron“, ohne op.

Josef Strauss
Wiener Fresken. Walzer, op. 249

Johann Strauss, Jr.
Brautschau. Polka, op. 417
Leichtes Blut. Polka schnell, op. 319

Johann Strauss, sen.
Marienwalzer, op.212
Wilhelm Tell Galopp, op. 29b

Franz von Suppé
Ouvertüre zu “Boccaccio”

Johann Strauss, Jr.
Myrthenblüten. Walzer, op. 395

Alphons Czibulka
Stephanie-Gavotte, op. 312

Johann Strauss, Jr.
Freikugeln. Polka schnell, op. 326
Tales from the Vienna Woods, Waltz, op. 325
Fest-Marsch, op. 452
Stadt und Land. Polka mazur, op. 322
Un ballo in maschera. Quadrille, op. 272
Rosen aus dem Süden. Walzer, op. 388

Josef Strauss
Eingesendet. Polka schnell, op. 240

Annunci

Roberto Benzi 80 years

dicembre 12, 2017
benzi

Roberto Benzi

Auguri a Roberto Benzi che oggi raggiunge il traguardo degli 80 anni. Nasce a Marsiglia da genitori italiani il 12 dicembre 1937. Precocissimo già nel 1947 prende lezioni di direzione d’orchestra da André Cluytens e nel 1948 debutta sul podio a soli 11 anni di età.

RB

Roberto Benzi

Furono girati due film che lo videro protagonista dedicati alla sua precoce attività: Prélude à la gloire e L’appel du destin. Vidi il primo che in Italia fu distribuito con il titolo La prima luce.

film

Avevo otto anni e provai una istintiva antipatia per questo prodigio che sul podio dirigeva Les préludes di Liszt, più che altro perché mi fu indicato come modello da seguire, cosa che ovviamente non ho fatto. I film contribuirono notevolmente ad accrescere la fama di Roberto Benzi che fu invitato da grandi istituzioni musicali. Cinegiornali ne seguivano l’attività:

RB e JK

Roberto Benzi con Josef Krips

Nel 1954 dirige già un’opera lirica e nel 1960 la Carmen all’Opera di Parigi.

1960

Benzi nel 1960

Sposò Jane Rhodes, mezzosoprano francese con cui incise molti dischi.

Photo-1959-cantatrice-francaise-Jane-Rhodes-produisant-opera-Garnier-Carmen-AFP_0_730_363

Jane Rhodes nel 1959 in Carmen

Benzi nella sua carriera ha diretto le maggiori orchestre del mondo. I suoi inizi ricordano quelli di Lorin Maazel, anche lui sul podio a 11 anni e quelli di Pierino Gamba (anche lui nato nel 1936 e già con contratto con la Decca in età adolescenziale). Tutti nati negli anni 30 del Novecento: evidentemente il fascino esercitato da grandissimi ancora in vita e in attività (Furtwängler, Toscanini, Bruno Walter) era tale da spingere anche i bimbi a fare i direttori d’orchestra, oggi il panorama è diverso e mancano figure carismatiche, i bambini sognano di fare i calciatori

LA DAMNATION DE FAUST di Berlioz dall’Opera di Roma su Rai 5

dicembre 12, 2017

damnation_rds_777x583_01

In diretta/differita dal Teatro dell’Opera di Roma stasera alle 21:15 andrà in onda su Rai 5 La damnation de Faust di Hector Berlioz. Lo spettacolo è coprodotto con il Regio di Torino e il Palau de les Arts Reina Sofia di Valencia. Il principale interesse è la regia di Damiano Michieletto che ha dato un taglio cinematografico alla messa in scena. Dirige Daniele Gatti, il cast:

Faust Pavel Černoch
Méphistophélès Alex Esposito
Marguerite Veronica Simeoni
Brander Goran Jurić

ph-3138-WEB-620x827

Veronica Simeoni e Damiano Michieletto ©Y. Kageyama

Victor de Sabata 50 years

dicembre 11, 2017

VdS

50 anni fa, l’11 dicembre 1967 moriva a Santa Margherita Ligure Victor de Sabata. Grandissimo, sommo interprete, fra i più grandi in assoluto. Per le note biografiche rimando alla completissima voce della Treccani:

http://www.treccani.it/enciclopedia/victor-de-sabata_(Dizionario-Biografico)/

È un peccato che le testimonianze discografiche, quasi tutte live, non rendano piena giustizia alla sua arte.

Questa sinfonia da I Vespri Siciliani per me ha un valore particolare: fu il primo brano di musica classica che conobbi. Avevo 4 anni e mio Padre aveva comprato il 78 giri, che ancora conservo gelosamente.

La DGG ha pubblicato un album di 4 CD con alcune registrazioni del grande Maestro:

http://www.deutschegrammophon.com/en/cat/4798196

Fabio Luisi e Alexander Melnikov alla Stagione OSN Rai

dicembre 10, 2017
Luisi 1

Fabio Luisi sul podio della OSN Rai © Più Luce

Fabio Luisi ha finalmente debuttato sul podio della OSN Rai. È quasi incredibile che una delle maggiori orchestre italiane abbia finora ignorato un Direttore di tale statura. Luisi diresse l’Orchestra di Rai Torino nel lontano 1992, un quarto di secolo fa, quando era ancora agli inizi della sua attività e quasi sconosciuto, ma con la OSN, nata nel 1994, è un debutto. Viene in compenso accolto con i dovuti onori: il concerto, oltre i due turni di abbonamento, è stato eseguito a Piacenza e oggi sarà eseguito a Brescia, in più Luisi tornerà a giugno per un concerto rossiniano. Speriamo che sia l’inizio di una lunga collaborazione. Il Maestro ha espresso il suo entusiasmo per l’Orchestra, il pubblico è accorso numerosissimo (sabato il sold out!!!) a dimostrazione che i grandi interpreti esercitano il giusto appeal e non c’è bisogno sempre del  Boléro o della Rapsodie in blue per riempire la sala. Luisi ha proposto lo stesso programma eseguito alla Filarmonica della Scala lo scorso febbraio: due poemi sinfonici di Richard Strauss (Don Juan e Ein Heldenleben), autore di cui è notevole interprete fin da quando era a Dresda. Chi frequenta assiduamente la vita musicale torinese forse ricorderà Luisi a capo della Staatskapelle di Dresda dirigere nel settembre 2007 Ein Heldenleben per MITO Settembre Musica, e nell’ottobre 2013 a capo dell’Orchestra dell’Accademia della Scala dirigere il Don Juan proprio all’Auditorium Toscanini per l’Unione Musicale. Insomma sono una costante nella attività artistica del Direttore e l’esecuzione ascoltata con l’OSN è una delle migliori possibili.

orchestra

L’OSN in Vita d’eroe ©Più luce

Pubblico entusiasta e lunghe e meritate ovazioni. Tra i due poemi straussiani il Concerto KV 466 di Mozart con Alexander Melnikov al pianoforte.

melnikov

Alexander Melnikov esegue Mozart alla Rai ©Più Luce

A Torino avevamo ascoltato Melnikov poche settimane fa al Lingotto con Kurrentzis e MusicAEtena nel Secondo Concerto di Shostakovich: è stata una fortunata coincidenza poterlo nuovamente applaudire in uno dei capolavori della letteratura concertistica. Agli insistenti applausi ha risposto con breve e quasi telegrafico bis: il Prelude n.3 di Chopin.

applausi

Applausi finali ©Più luce