Posts Tagged ‘Eiji Oue’

Emmanuel Ceysson alla OSN Rai. Dirige Eiji Oue.

marzo 11, 2017

Il 32enne Emmanuel Ceysson è uno degli arpisti più affermati del momento. In auge da più di un decennio si è esibito nelle principali istituzioni musicali del mondo. Giunge alla Stagione della OSN proponendo il Concerto op.25 di Alberto Ginastera. Un concerto che fu eseguito in Rai nel 1968 dal mitico Nicanor Zabaleta che tre anni prima lo aveva tenuto a battesimo a Philadelphia.

ceysson 1

Emmanuel Ceysson nel Concerto di Ginastera alla Rai ©Più Luce

Si tratta di una pagina di grande fascino che Ceysson ha eseguito in modo esemplare riscuotendo un notevole successo.

ceysson 2

Ceysson esegue la cadenza del secondo movimento del Concerto di Ginastera ©Più Luce

Sul podio Eiji Oue, che avevamo già apprezzato un paio di stagioni fa. Ha iniziato il programma con l’Ouverture da Candide di Bernstein. Nella seconda parte ha proposto Verklärte Nacht di Arnold Schönberg, nella versione per orchestra d’archi. Oue deve amare molto questa pagine di cui ha dato una intensa e vibrante interpretazione.

notte trasfigurata

Esecuzione di Verklärte Nacht ©Più Luce

Poiché questi ultimi concerti terminano nel nome di Ravel (la volta scorsa il Bolero, la prossima La Valse) la serata si è conclusa con la seconda suite da Daphnis et Chloé. Oue riesce a rendere trasparente l’orchestra e a mettere in perfetto equilibrio tutti i piani sonori e a valorizzare la compagine sia negli interventi solistici che nell’insieme.

oue 1

Eiji Oue ©Più Luce

Ottimo successo. Pubblico un po’ scarso (giovedì), nonostante la presenza di alcuni fan di Ceysson.

Concerto Oue – Rana alla OSN Rai su Rai 5

ottobre 8, 2015

Beatrice Rana e Eiji Oue alla OSN Rai ©Più Luce

Da non perdere stasera in prima serata su Rai 5 il Concerto della scorsa stagione OSN Rai diretto da Eiji Oue con Beatrice Rana solista. Ne scrissi a suo tempo e rimando al post:

https://musicofilia.wordpress.com/2015/03/20/torna-beatrice-rana-alla-osn-rai-sul-podio-eiji-oue/

Torna Beatrice Rana alla OSN Rai. Sul podio Eiji Oue.

marzo 20, 2015
Beatrice Rana

Beatrice Rana

Lo scorso anno fu una sorpresa e una rivelazione, quando subentrò a una defezionaria Yuja Wang, quest’anno è una conferma. Beatrice Rana, 22 anni compiuti da poco, è una pianista che sta meritatamente imponendosi a livello internazionale. Senza pose da star o da fenomeno della natura, ma con una semplicità e un pudore che sono, a mio parere, un valore aggiunto.

Beatrice Rana

Beatrice Rana

Di grandissimo talento e di ottima scuola (Benedetto Lupo) ha vinto un po’ di premi internazionali e collabora con le maggiori istituzioni concertistiche.

Beatrice Rana

Beatrice Rana

Affronta brani di grande impegno: lo scorso anno il II Concerto di Prokof’ev, quest’anno il III Concerto di Bartók. Composizione estrema dell’Autore, completata nell’orchestrazione dall’allievo Tibor Serly e concepita per essere eseguita dalla moglie, Ditta Pásztory, quindi con pianismo meno impervio degli altri due precedenti concerti, ha il punto di maggior virtuosismo nell’ultimo movimento.

Beatrice Rana nel Terzo di Bartok alla OSN Rai © Più Luce

Beatrice Rana nel Terzo di Bartok alla OSN Rai © Più Luce

Richiede anche una buona intesa tra orchestra e solista, visto il carattere “concertante” del pianoforte. L’esecuzione è stata perfetta e ha confermato le eccellenti doti di Beatrice Rana.

Applausi al termine della esecuzione © Più Luce

Applausi al termine della esecuzione © Più Luce

Ma forse il vero trionfatore della serata è stato lui:

Eiji Oue

Eiji Oue

Eiji Oue. Al suo debutto con la OSN Rai, sebbene l’avesse già diretta un po’ più di due anni fa per la registrazione del I Concerto di Paganini con Nemaja Radulovic nel CD Paganini Fantasy della DGG. 57 anni, di formazione giapponese completata negli USA, ha una tecnica ferrea che gli consente di ottenere risultati eccellenti anche con una compagine di cui è ospite occasionale.

Eiji Oue sul podio della OSN Rai © Più Luce

Eiji Oue sul podio della OSN Rai © Più Luce

Lo conoscevo da alcuni CD di una discografia che non gli rende giustizia: sono per lo più realizzati a Minneapolis dalla Reference, un’etichetta per audiofili (compilation volte per lo più a esaltare le potenzialità degli impianti HiFi). Ero quindi curioso di ascoltarlo dal vivo. In programma la Tragische Ouverture op. 81 di Brahms, in apertura e la Seconda Sinfonia di Rachmaninov nella seconda parte della serata.

Eiji Oue in attesa di salire sul podio della OSN Rai © Più Luce

Eiji Oue in attesa di salire sul podio della OSN Rai © Più Luce

Già dall’Ouverture brahmsiana sono emerse le qualità dello stile di Oue: un suono estremamente trasparente dell’orchestra in cui sono percettibili i dettagli di ogni strumento senza che venga mai meno  il filo del discorso musicale.

Oue dirige Rachmaninov ©Più Luce

Oue dirige Rachmaninov ©Più Luce

Ma il vero capolavoro è stato l’esecuzione della Seconda di Rachmaninov. Anche qui percezione totale di ogni singolo dettaglio strumentale, al punto che sembrava di avere la partitura davanti. Il tutto però inserito in un discorso teso e coinvolgente. Chissà se i detrattori di Rachmaninov erano presenti in sala? forse avrebbero avuto una conversione.

Applausi al Direttore e all'Orchestra © Più Luce

Applausi al Direttore e all’Orchestra © Più Luce

Raramente l’OSN Rai ha suonato così bene dimostrando in pieno il suo valore. È veramente un peccato che direttori come Oue siano ormai un’eccezione e la verifica di che cosa significhi averli sul podio dovrebbe far cambiare corso alle future programmazioni: sono però molto scettico….

Applausi finali © Più Luce

Applausi finali © Più Luce

Applausi giustamente calorosi e intensi al termine sia a Direttore che all’Orchestra.