Posts Tagged ‘La fanciulla del West’

“La Fanciulla del West” di Puccini (Milano,2016) su Rai 5

febbraio 9, 2019

 

fanc

Domani su Rai 5 sarà trasmessa La Fanciulla del West di Puccini nella edizione andata in scena alla Scala nel maggio 2016 con la regia di Robert Carsen e la direzione di Riccardo Chailly.

minnie

È l’edizione che ripristina l’originale pucciniano senza le correzioni di Toscanini. «124 battute in più, che comprendono anche il breve duetto di Minnie e l’indiano Billy, 761 differenze, cui vanno aggiunte le 63 correzioni operate dal maestro Luigi Ricci durante le prove con il compositore, 176 differenze nell’orchestrazione, per un totale di 1000 cambiamenti».

minnie dick

Il duettino che sembrava dovesse essere una novità in realtà era già stato eseguito:

https://musicofilia.wordpress.com/2016/05/30/il-duettino-minnie-e-billy-da-la-fanciulla-del-west-di-puccini/

poker

Ho scritto già alcune considerazioni quando fu trasmessa in differita e rimando al post:

https://musicofilia.wordpress.com/2016/05/12/la-fanciulla-del-west-di-puccini-su-rai-5-2/

finale

Segnalo anche una recensione:

http://www.operaclick.com/recensioni/teatrale/milano-teatro-alla-scala-la-fanciulla-del-west

L’opera domani sarà preceduta dalla presentazione di Chailly agli Studenti della Università di Milano.

(foto di Brescia e Amisano)

Annunci

“La fanciulla del West” diretta da Maazel su Rai 5

maggio 20, 2017

locandina

Per il ciclo dedicato alle opere di Puccini poco rappresentate domani sarà trasmessa da Rai 5 La fanciulla del West in una edizione più volte replicata. Rimando a quanto già scritto:

https://musicofilia.wordpress.com/2011/12/17/la-fanciulla-del-west-di-puccini-scala1991-su-rai-5/

Il duettino Minnie e Billy da “La fanciulla del West” di Puccini

maggio 30, 2016

C’era grandissima attesa, anche da parte mia, per l’ascolto di questo duettino nel primo atto de La Fanciulla del West, tagliato nella prima assoluta del Met, taglio che divenne poi ufficiale e che nell’edizione diretta da Chailly alla Scala era a quanto si disse in prima esecuzione. Invece…. be’ mi è capitato di scoprire che il duettino in oggetto è compreso in una edizione video, diffusissima per altro, e in mio possesso da almeno un paio di decenni sia in VHS che in DVD. È l’edizione che riproduce in video lo spettacolo del Metropolitan dell’8 aprile 1992 diretto da Leonard Slatkin con la regia di Giancarlo del Monaco, con Barbara Daniels, Placido Domingo e Sherril Milnes.

Uscì anche in edicola anni fa ed è reperibile sul sito Metopera on Demand per gli abbonati, che possono ascoltare e vedere il duettino alla traccia 10. Nell’edizione Met invece del 2011 diretta da Luisotti con la Voigt, Giordani e Gallo il duettino è “regolarmente” tagliato. Tornando all’edizione precedente: possibile che nessuno se ne sia accorto? mancano comunque in questa edizione le pochissime battute del duetto finale del primo atto tra Minnie e Johnson in cui lei descrive più dettagliatamente la vita sacrificata dei minatori, ci sono invece le battute di alterco tra giocatori a carte (ma queste ormai erano state inserite in quasi tutte le edizioni da quella della ROH diretta da Mehta in poi). Non sono in grado di dire se Slatkin avesse seguito l’orchestrazione in parte rivista da Toscanini o se si fosse rifatto come Chailly all’originale, in ogni caso c’è un suono che apparenta Puccini più con Debussy e Ravel che non con Strauss e l’espressionismo tedesco, al punto che proprio per questa cifra interpretativa fu allora in parte criticato. Comunque il duettino Minnie e Billy era già stato eseguito ed è già presente in una edizione che è stata un best seller.

LA FANCIULLA DEL WEST di Puccini (Scala, 2016) su Rai 5

maggio 12, 2016
https://i1.wp.com/static.teatroallascala.org/static/upload/035/035_k65a09124.jpg

Applausi © ph. Brescia & Amisano

Stasera andrà in onda su Rai 5 alle 21:15 La Fanciulla del West nella nuova produzione del Teatro alla Scala con la regia di Robert Carsen e la direzione di Riccardo Chailly.

Robert Carsen

Come è noto questa produzione ripristina l’originale pucciniano senza le “correzioni” operate da Toscanini. «124 battute in più, che comprendono anche il breve duetto di Minnie e l’indiano Billy, 761 differenze, cui vanno aggiunte le 63 correzioni operate dal maestro Luigi Ricci durante le prove con il compositore, 176 differenze nell’orchestrazione, per un totale di 1000 cambiamenti». Dopo tanta attesa sfiga volle che la Westbroek, scritturata per il ruolo di Minnie, si sia ammalata e si sia dovuti in extremis ricorrere a una sostituta (Barbara Haveman) che non ha avuto il tempo di provare e quindi alla prima del 3 maggio scorso il duettino è saltato (pare che il resto sia stato eseguito secondo le intenzioni di Chailly).

https://i1.wp.com/static.teatroallascala.org/static/upload/k61/0001/k61a57174.jpg

Barbara Haveman © Brescia & Amisano

Ciò che vedremo in tv è la replica del 10 maggio u.s. già proiettata in diretta in alcuni cinema: ignoro se la Haveman abbia avuto il tempo per imparare le nuove battute (suppongo di sì), per cui non so se vedremo e ascolteremo al 100% una Fanciulla così come l’avrebbe concepita l’Autore o se ci dovremo accontentare del 75 %.

https://i0.wp.com/static.teatroallascala.org/static/upload/fan/fanciulla_scena_apprcarsen3.jpg

Scena © Brescia & Amisano

L’opera sarà preceduta dalla presentazione di Riccardo Chailly alle 20:45, che illustrerà le novità di questa edizione, per cui si spera che quanto segue sia conseguente per intero…..

—————–
Il duettino c’era, purtroppo durante questo, non so se per una caduta di segnale dovuta all’emittente, il video e l’audio sono momentaneamente scomparsi (spero che non sia un difetto di ripresa tv e di recuperarlo in replica): insomma all’insegna della iella. Le altre differenze, soprattutto nella orchestrazione, avrebbero meritato un audio migliore di quello della tv per essere pienamente apprezzate.
Spettacolo un po’ deludente: da Carsen mi aspettavo di più e soprattutto di meglio. L’idea che la Fanciulla sia una sorta di western non è originale: già Christoph Loy a Stoccolma l’aveva utilizzata, Carsen va più in là, ma le metamorfosi degli spettatori in protagonisti all’inizio dell’opera, quella di Minnie e di Johnson in divi del cinema alla fine con gli altri personaggi che tornano al cinema a fare gli spettatori sono forzature poco chiare nel significato e poco funzionali all’economia dell’opera. Minnie che appare a mo’ di Calamity Jane sullo sfondo della Monument Valley in Cinerama può essere suggestiva, ma che ci azzecca con quest’opera? Poco o niente curata la recitazione dei cantanti sempre impacciati e inespressivi (la tv è impietosa al riguardo). Insomma ho finito col rimpiangere la vecchia produzione Scala degli anni 90 con la regia di Miller, meno pretenziosa ma tanto più efficace. Musicalmente: eccellente la direzione di Chailly, dei cantanti ho trovato ottimi i comprimari, importanti in quest’opera, meno i personaggi principali, su cui si distingueva Claudio Sgura nel ruolo di Jack Rance.
Sono previste repliche domenica e martedì, salvo giochi di prestigio….

“La fanciulla del West” (Scala,1991) su Rai 5

maggio 30, 2015

Domani su Rai 5 si replica La fanciulla del West di Puccini nell’edizione della Scala del 1991. È una bella edizione e fa sempre piacere rivederla e riascoltarla. Rimando ai post già pubblicati in questo blog:

https://musicofilia.wordpress.com/2014/09/27/la-fanciulla-del-west-di-puccini-su-rai-5/

https://musicofilia.wordpress.com/2011/12/17/la-fanciulla-del-west-di-puccini-scala1991-su-rai-5/