Posts Tagged ‘Opera Lirica’

DON CARLO di Verdi (Torino,2013) su Rai 5

marzo 11, 2017

locandina

Andrà in onda domani su Rai 5 il Don Carlo di Giuseppe Verdi andato in scena al Regio di Torino nell’aprile del 2013. Lo spettacolo voleva festeggiare i 40 della nuova sala del Regio e la scelta cadde su un allestimento pomposo già rappresentato nello stesso teatro nel 2006. Fu trasmesso in diretta tv dalla stessa rete. Da segnalare che nella recita Barbara Frittoli fu sostituita da Svetlana Kasyan. Lo segnalai già allora e rimando al post già scritto:

https://musicofilia.wordpress.com/2013/05/07/don-carlo-di-verdi-dal-teatro-regio-di-torino-su-rai-5/

Rai 5 vuole ricordare i 150 del Don Carlo la cui prima parigina avvenne appunto 150 anni oggi (11 marzo 1867). Si trattava del Don Carlos, versione francese in 5 atti. La versione che viene trasmessa è invece quella in 4 atti la cui prima avvenne a Milano nel 1884. Due anni dopo a Modena fu rappresentata la versione italiana in 5 atti. Strano modo di celebrare gli anniversari, trasmettere la versione che risale a 17 anni dopo. Se trasmettere la versione francese era un po’ difficile (esistono, per ciò che ne so, due soli video: uno un po’ ridotto e pasticciato, un altro completo con una regia però da fare spavento), si poteva almeno ricorrere alla versione in 5 atti, ma se non sbaglio le versioni di cui dispone la Rai senza pagare diritti sono tutte in 4 atti, salvo non restaurare quella diretta da Abbado, ammesso che i nastri esistano ancora: a proposito di “perle” di archivio.

Buon San Valentino

febbraio 14, 2017

Mi è stato richiesto di indicare un bel duetto d’amore per l’occasione. Rimando a un post che scrissi cinque anni fa a tal proposito:

https://musicofilia.wordpress.com/2012/02/14/san-valentino-e-duetti-damore/

LES PÊCHEURS DE PERLES di Bizet su Rai 5

aprile 23, 2015
Auditorium

© Più Luce

Stasera su Rai 5 andrà in onda Les Pêcheurs de perles di Bizet eseguito all’Auditorium Rai il mese scorso e di cui già scrissi:

https://musicofilia.wordpress.com/2015/03/13/les-pecheurs-de-perles-di-bizet-alla-osn-rai/

——

Segnalo che nella edizione trasmessa il ruolo di Zurga è cantato da Vincenzo Taormina.

TOSCA al Teatro Superga di Nichelino

novembre 24, 2008

Nichelino fa parte della conurbazione torinese, è uno dei quei comuni che si è sviluppato a dismisura per effetto dei fenomeni demografici di mezzo secolo fa, con sconvolgimento della propria fisionomia e identità. E’ divenuta, decuplicando il numero degli abitanti nel giro di pochi anni, una di quelle che con termine poco elegante sono definite *città dormitorio*. Può vantare attualmente amministratori comunali che promuovono attività culturali invidiabili: al Teatro Superga accanto a una stagione di prosa è giunta all’ottava edizione una stagione lirica che registra il tutto esaurito già nei primissimi giorni di vendita di abbonamenti e biglietti. Sette opere e un balletto, in unica rappresentazione, con titoli di grande richiamo. Si tratta di allestimenti di tutto rispetto, adeguati ai mezzi della struttura, dove in genere non si esibiscono i divi della lirica (anche se qualche stagione fa ci fu un Rigoletto con Leo Nucci!) e i nomi degli interpreti si conoscono al momento della distribuzione del programma. Insomma l’opera non come l’evento mondano di alcuni teatri, bensì vissuta e goduta con amore e passione, sia degli interpreti che degli spettatori.

La stagione in corso si è aperta nel nome di Puccini, obbedendo alle celebrazioni in corso, con ben due titoli:la Turandot, che ha inaugurato, e la Tosca, andata in scena sabato 22 novembre. Nel ruolo eponimo Laura Niculescu, un soprano rumeno allieva di Renata Scotto e Franco Corelli, che ha in repertorio opere del periodo verista, in cui riesce a mettere in luce le sue doti di cantante e attrice. Al suo fianco Enrico Nenci, che è sulle scene da almeno un ventennio, un Cavaradossi generoso e sensibile. Il baritono Sergio Bologna era un dignitosissimo Scarpia, meno truce del solito e, finalmente, della giusta età (non il solito over 60 testimonial del Viagra, cui l’han ridotto molti allestimenti dei maggiori teatri). Ottime prestazioni, che forse avrebbero meritato qualche applauso in più. Merita una menzione l’eccellente Antonio Marani, come Angelotti, e spiace davvero che il programma taccia il nome dell’interprete del Sagrestano, non ridotto a macchietta come fanno tanti cantanti anche illustri. Suonava l’Orchestra Città di Grosseto diretta da Lorenzo Castriota Skanderbeg. Tosca è una splendida partitura e l’orchestra vi ha un ruolo importantissimo. L’Orchestra e il Direttore si sono fatti decisamente onore con una performance coinvolgente. Sono anche riusciti a compiere il miracolo di non coprir le voci in uno spazio non nato per le rappresentazioni liriche e dove manca la “buca” orchestrale: scusate se è poco!

Laura Niculescu

Laura Niculescu

Enrico Nenci

Enrico Nenci

Lorenzo Castriota Skanderbeg

Lorenzo Castriota Skanderbeg