La Stagione 2017/2018 della OSN Rai

OSN

Mentre le altre istituzioni musicali torinesi (Unione Musicale, Teatro Regio, MITO Settembre Musica) invitano gli utenti o almeno gli abbonati alla presentazione dei futuri cartelloni, la RAI in gran segreto presenta la futura stagione della OSN davanti a pochi ospiti (non è chiaro con quale criterio scelti). E dire che la Rai è un servizio pubblico, come ci viene ricordato all’imposizione del canone. Comunque ieri ha avuto luogo questo incontro, che dalle veloci immagini del TGR Piemonte, ricordava un consiglio di classe, di quelli “allargati” alla componente genitori, più che la presentazione della stagione di una delle maggiori orchestre di Italia e, diciamolo pure, d’Europa. Il “motto” quest’anno è “Grandi bacchette sul podio della OSN”. Oh! sembra quasi che mi abbiano dato ascolto: finalmente. A scorrere il programma si notano nomi di maggior rilievo: tra questi soprattutto Yuri Temirkanov, Fabio Luisi, Myung-Whun Chung, oltre a Hartmut Haenchen, Kazuki Yamada, Marc Albrecht (questi già conosciuti nelle passate stagioni). Gustavo Gimeno, Mirga Gražinytė-Tyla e Andris Poga sono al debutto. Tornano Valcuha e Axelrod, presenze costanti degli ultimi anni. Mi sembra che Claus Peter Flor e Mark Elder siano anch’essi al loro debutto sul podio dell’Orchestra, mentre Dennis Russel Davies aveva diretto uno degli ultimi concerti della Orchestra di Rai Torino. Ovviamente James Conlon dirigerà il maggior numero di concerti. Peter Eötvös dirigerà una sua composizione. Numerosi i solisti: Andrea Lucchesini, Roberto Cominati, Alexander Melnikov, Bertrand Chamayou, Alessandro Taverna, Seong-Jin Cho, Stephen Hough, Jan Lisiecki, Alexander Malofeev, Sergej Krylov, James Ehnes, Ziyu He, Mario Brunello, Enrico Dindo.
Quanto al programma a prima vista non mi entusiasma molto, però potrei cambiare idea. Eccolo:

http://www.educational.rai.it/materiali/pdf_articoli/37482.pdf

Annunci

Tag: ,

2 Risposte to “La Stagione 2017/2018 della OSN Rai”

  1. Alberto Says:

    Confermo che Claus Peter Flor e Mark Elder non hanno mai diretto l’OSN RAI (nè l’Orchestra RAI di Torino.
    Claus Peter Flor diresse una volta (magnificamente) l’orchestra del Regio circa 15 anni fa ( e l’Orchestra, 15 anni fa, era nettamente inferiore a quella attuale). Un suo secondo concerto al Regio, programmato, non ebbe poi luogo.
    Mark Elder doveva dirigere l’Orchestra del Regio 5-6 anni fa; ma l’Orchestra (mi si disse, a maggioranza di un voto) decise di scioperare .
    Brevemente sulla stagione RAI; personalmente la trovo equilibrata e (ulteriormente) migliorata per quanto riguarda i direttori.
    Non è particolarmente fantasiosa nei programmi, non ci si avventura spesso al di fuori del “grande repertorio”. Però la maggior parte del pubblico non sembra , di solito, troppo attratta da titoli non frequenti.
    Suppongo anche che sia difficile, quanto meno più difficile, negoziare un particolare programma o un titolo relativamente raro con un direttore di alto livello, e in fugace incontro con l’orchestra.

  2. Roberto Mastrosimone Says:

    Il concerto (sospeso) di Elder al Regio è del 2009: lo ricordo perché … avevo acquistato il biglietto .
    Non ho ascoltato Flor e mi spiace anche perché aveva diretto la Quarta di Mendelssohn, compositore a lui congeniale, almeno a giudicare dalla discografia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: